RICETTE VINCITRICI DEL CAMPIONATO 2018

GOULASH DI VITELLO CON POLENTA RUSTICA E FRANT - 1° classificato

Azienda Agricola Cortivo Pancotto – Caneva (PN)

Breve storia e/o caratterizzazione:

Il Goulash è carne di vitello grigio, allevato con fieno, farine dei nostri cereali, senza svezzamento. La polenta rustica è fatta con semi di mais antichi. A questo piatto viene abbinato il Frant: frantumazione di esclusivi formaggi di malga di varie annate, lavorati e uniti dalla panna, speziati con pepe. 

Ingredienti:

Carne di vitello, farina di mais, Frant.

Modalità di preparazione:

Stufatura in umido della carne di vitello con soffritto di verdure.

Tipo di cottura e tempo di cottura:

Goluash: fuoco medio per circa 1 ora e 20 minuti. Polenta: fuoco lento per circa 1 ora.

PASTIERA DI FARRO - 2° classificato

Agriturismo Collina di Roseto – Benevento

Breve storia e/o caratterizzazione:

Dolce tradizionale campano del periodo pasquale, di antiche storie e leggende. Gli ingredienti di cui è composta la pastiera sono simboli di primavera e rinascita. La storia narra che venivano miscelati i doni ricevuti in occasione della Santa Pasqua, si cuocevano e si facevano riposare e tutti i sapori si amalgamavano, per questo la pastiera ha tante varianti a seconda dei luoghi e delle tradizioni familiari. 

Ingredienti:

Farro, ricotta di pecora, canditi, zucchero, uova, latte, sugna di suino casertano, aroma d’arancia, arance spremute, liquore Strega, vaniglia e pasta frolla fatta con farina, zucchero, uova e latte q.b..

Modalità di preparazione:

Preparare la pasta frolla e metterla nel frigo per almeno un’ora. Cuocere il farro poi miscelarlo con sugna, latte e far cuocere quanto basta. A parte in una ciotola mettere uova, ricotta, zucchero, canditi, aroma d’arancia, succo d’arancia, un po’ di liquore Strega e miscelare il tutto. Stendere la pasta frolla in un tegame, aggiungere il ripieno e decorare con strisce a forma di grata.

Tipo di cottura e tempo di cottura:

Infornare a 180°C per circa un’ora o anche di più, finché la pastiera non prende un colore ambrato. A cottura ultimata si lascia riposare, per far amalgamare i sapori, per 10/12 ore.  

“SAGNE E FASCIOR”: CON CANNELLINI DI ATINA DOP, PECORINO DI PICINISCO DOP E COTICHE - 3° classificato

Agriturismo Il Fascinaro – Casalvieri (FR)

Breve storia e/o caratterizzazione:

Piatto molto semplice usato anticamente dai contadini proprio perché richiedeva pochi ingredienti, facilmente reperibili anche con una spesa ridotta. I fagioli e le cotiche venivano cotti in pignette al fuoco, usato allo stesso tempo per riscaldarsi. Questo piatto viene gradito tutt’oggi.

Ingredienti:

Farina di grano Senatori Cappelli da noi coltivato. Acqua, sale, Cannellini di Atina DOP, Pecorino di Picinisco DOP, peperoncino, olio extra vergine d’oliva di nostra produzione, Aglio Rosso di Castelliri, pomodori.

Modalità di preparazione:

Impastare farina e acqua fino a ottenere un impasto omogeneo e leggermente duro. A parte, cuocere i fagioli e le cotiche (i fagioli in ammollo solo per qualche ora, una delle caratteristiche dei cannellini DOP di Atina). Una volta arrotolata, tagliare la sfoglia a forma di foglie d’olivo. 

Tipo di cottura e tempo di cottura:

Una volta portata l’acqua a bollitura e salata, la cottura delle “sagne” non richiede molto tempo, circa cinque minuti. Per i fagioli e le cotiche invece, circa un’ora e mezza. Il condimento è molto leggero: soffriggere leggermente l’aglio nell’olio e cuocere parte delle cotiche insieme ai fagioli.

OMBRICHELLI PICCANTI DELLA CAPANNA - Premio speciale

Agriturismo Poggio della Capanna – Viterbo

Breve storia e/o caratterizzazione:

Questa varietà di pasta fatta in casa rappresenta per la nostra famiglia un piatto tramandato da madre in figlia da tantissimi anni, molto antico. È un piatto contadino, semplice per la semplicità della sua realizzazione e per i suoi ingredienti principali: acqua e farina. 

Ingredienti:

Per la pasta: acqua e farina. Per il sugo: guanciale, olio di oliva, aglio, cipolla, sale, peperoncino e pecorino romano. 

Modalità di preparazione:

Preparare il sugo facendo soffriggere cipolla, olio, aglio. Poi aggiungere il guanciale tagliato a cubetti, farlo rosolare per qualche minuto. Aggiungere il pomodoro, far bollire a fuoco medio finché avrà raggiunto una buona consistenza. Cuocere in acqua bollente e salata gli ombrichelli, scolarli, condirli con il sugo piccante e aggiungere abbondante pecorino. 

Tipo di cottura e tempo di cottura:

Per il sugo: bollitura per circa un’oretta. Per gli ombrichelli: qualche minuto.